LA FESTA DI SAN MARTINO

SAN MARTINOL’11 novembre è San Martino, una delle più originali tradizioni veneziane. Questa festa è molto sentita a Venezia e viene festeggiata con un dolce tipico particolare: il Dolce di San Martino. Il dolce ha la forma di un cavaliere con spada e mantello, guarnito con glassa di zucchero colorata, caramelle, cioccolatini e confetti. In questa giornata la tradizione vedeva, e vede tutt’oggi, tutti i bambini armati di pentole e coperchi girare per le calli di Venezia e domandando qualche omaggio ai negozianti o ai passanti e cantando questa simpatica filastrocca veneziana:

San Martin xè andà in sofita

A trovar la so novizia

La so novizia non ghe gera

‘L xè cascà con cul per tera

El s’à messo ‘n boletin

Viva, viva San Martin

La leggenda racconta di questo giovane Martino che incontra sul suo cammino un vecchio coperto di pochi stracci, barcollante e infreddolito. Martino vuole aiutarlo ma non ha né denaro, né una coperta da offrirgli e così prende il suo mantello e con la spada lo taglia a metà donandone una parte al vecchietto. Poco dopo, mentre Martino galoppa felice per aver compiuto quel gesto caritatevole, il clima si riscalda e dalle nuvole spunta un sole radioso. Ecco l’estate di San Martino, come ancor oggi vengono chiamate le belle giornate di novembre. Giunta la notte Martino sogna Gesù che con il mantello in mano lo ringrazia per quel gesto di compassione.

Lascia un commento